Open Mirror by Digital Habits

20140416-222824.jpg

20140416-222830.jpg

20140416-222837.jpg

20140416-222844.jpg

20140416-222849.jpg

20140416-225409.jpg
Come promesso siamo qui a presentarvi un prodotto davvero interessante, visto al Fuorisalone ’14…
La categoria di appartenenza potrebbe essere descritta come beauty-high tech, ma se vogliamo semplificare, possiamo semplicemente descriverlo come complemento d’ arredo.
Abbiamo a che fare con uno specchio, di forma ovale, apparentemente diviso in due pezzi di dimensioni diverse, sulla direzione orizzontale.
Il suo nome è Open Mirror, ed è prodotto da uno studio di design industriale della provincia di Trento, chiamato Digital Habits.
Il significato del suo nome è facilmente intuibile nel momento in cui si capisce la funzione dell’ oggetto, esso infatti ha la metà superiore che rimane fissa alla parete su cui viene fissata, mentre la parte inferiore può scorrere verso l’ esterno, aprendo a tutti gli effetti lo specchio.
Facendo scorrere questa parte, il suo appoggio nasconde una bella sorpresa, una dock station…
Praticamente, dopo lo scorrimento di questa parte, viene alla luce un alloggiamento, dotato di connettore (di ogni tipo) per il vostro smartphone e dispositivo mobile.
La funzione è quella di ricarica del dispositivo e di lettura di brani musicali al suo interno.
L’ Open Mirror infatti, può riprodurre le vostre tracce grazie al suo speaker di 3.5″, così da poter ascoltare le vostre canzoni preferite mentre vi state guardando allo specchio.
Pensate a quando vi state preparando e avete bisogno di un appoggio per il vostro smartphone, spesso siete costretti ad appoggiarlo lontano da voi, rischiando di non vedere chiamate in arrivo.
Con Open Mirror avrete la situazione sotto controllo, il tutto mentre ascoltate qualche canzone o guardate un video, mantenendo il dispositivo sotto carica.
Nel caso ci sia il dubbio su come poter cliccare sul touch screen del cellulare mentre vi state preparando, e avete le mani bagnate o sporche di prodotti cosmetici, la Digital Habits ha risolto installando al di sotto della parte scorrevole, 3 sensori, utili a mettere in play/pause la traccia, e a regolare il volume.
Lo stato di lavoro dello specchio è tutto indicato dalle luci che si illuminano su di esso, per indicare lo standby oppure il suo funzionamento.
Un oggetto dal futuro estremamente utile, dotato anche di bluetooth, nel caso non si avesse il dispositivo a portata di mano.
Sono sicuro che una volta provato l’ Open Mirror sarà difficile rinunciarvi!

Questo è il design che ci piace!
Instagram: Coolsq

Be Cool, Be Coolsquare !

20140416-225446.jpg

Fuorisalone 2014

Buon inizio settimana a tutti, prima di tutto!
Questo weekend, noi di Coolsquare, siamo passati a fare un giretto al Fuorisalone di Milano per vedere qualche news, sperando di rimanere affascinati da qualche designer emergente e dai suoi prodotti, oltre che dalle novità e installazioni dei brand piú blasonati.
Passato il solito ponticello che dalla stazione di Porta Genova collega a zona Tortona, ecco subito la prima considerazione, il guerrilla marketing degli scorsi anni, e l’ incessante mitragliata di adesivi, street installations e volantini, ha ridotto notevolmente il proprio apporto.
Un’ insolita sensazione di essere arrivati troppo tardi ad un evento ha attraversato i miei pensieri.
Eppure era domenica mattina, c’ era ancora tanto da vedere e da scoprire, nonostante questo, il benvenuto di quest’ anno in zona Tortona aveva qualcosa in meno.
E in questo caso non vale il claim “less is more”.
In questi eventi serve anche tanta quantità, la design week rappresenta un think tank per designer di tutto il mondo, e non è bello trovarsi “a corto” di proposte.
Via Tortona era in riserva di news cool, pochi gadget regalati, poca insistenza da parte di chi per strada distribuiva biglietti da visita, volantini…
Poca convinzione.
Per fortuna esiste il Superstudio Più a tirare un po sù la media, proponendo qualcosa di veramente interessante.
Il modo più efficace per scovare qualcosa di divertente è stato calarsi nella parte dell’ Indiana Jones del design, curiosando in ogni scorcio che potesse far intravedere colori, luci, forme.
In altro modo non si sarebbe trovato molto, poche indicazioni sulle mostre da vedere, tutto ridotto all’ osso.
Probabilmente quest’ anno è stata un’ edizione che ha cercato di scremare i curiosi dai veri appassionati.
Per fortuna girando e facendo “la prima pelle” alla suola delle scarpe, qualcosa è venuto fuori, e lo vedrete qui su Coolsquare nei prossimi giorni…
Passando alla zona di Brera, il livello qualitativo si è notevolmente impennato, e tra uno showroom con pezzi di top level e l’ altro, alcuni cortili si sono rivelati interessanti, ad esempio in via Dell’ Orso 16, la Delirious Home, ha ospitato l’ Écal, scuola di design svizzera con le sue installazioni divertentissime e di grande ingegno.
È stata una meravigliosa oasi in mezzo a tante installazioni inutili, dove si ostentava il termine “design” con grande spreco.
Speriamo che il prossimo anno ci sia un pacato utilizzo del termine “design” e “designer” accompagnato a proposte concrete ed interessanti.
Se avete visto qualcosa di interessante che volete condividere con noi, scriveteci una mail a infocoolsquare@gmail.com !

Mi raccomando non dimenticate di passare sul nostro sito nei prossimi giorni, vedrete le cose più interessanti del Fuorisalone 2014!

Instagram: Coolsquare

Be Cool, Be Coolsquare

20140414-214605.jpg

Undefeated x Neighborhood x Adidas consortium Micropacer

20140409-215020.jpg

20140409-215025.jpg

20140409-215030.jpg

20140409-215034.jpg

20140409-215041.jpg

20140409-215046.jpg

Eccoci dopo qualche giorno di latitanza a presentarvi una supernews…
Non parliamo di una sneakers qualunque, abbiamo di fronte uno dei modelli che hanno fatto la storia, la Micropacer Adidas.
La celeberrima scarpa del marchio a tre strisce tedesco, creata nel 1984, si appresta a compiere i suoi primi 30 anni, facendosi trovare più in forma che mai, in quest’ ultima favolosa collaborazione con il marchio street americano Undefeated e il brand giapponese Neighborhood.
La tomaia si presenta in pelle, in un nero che più nero non si può, con la suola bianca e nera, mentre le due linguette, una con il contapassi digitale (dettaglio che l’ ha resa famosa) e l’ altra con la taschina, sono rimaste fedeli alle prime versioni.
Su di esse troviamo i loghi dei due marchi con cui ha collaborato Adidas, su quella di sinistra, dove c’è il contapassi, troviamo le barrette con striscia obliqua di Undefeated, sulla destra invece il teschio, simbolo di Neighborhood.
Sui lati delle scarpe, a seconda del marchio che è stampato sulla linguetta, è in bella vista il nome per esteso del brand in collaborazione.
In passato ho avuto questa sneakers, posso affermare la sua comodità estrema, una vestibilità incredibile grazie alla sua forma anatomica e grande traspirabilità. Senza contare la sua forma tuttora rivoluzionaria.
Negli anni sono state fatte tante versioni, ma questa limited edition è quella più azzeccata, rimanendo con una colorazione assolutamente versatile e discreta.
La disponibilitá di questa favolosa Micropacer è estremamente ristretta, la potrete trovare dal 12 aprile nei negozi Adidas di Berlino e Parigi, oltre ai negozi ufficiali Undefeated e Neighborhood…
Se invece avrete un pizzico di pazienza in più, il 19 aprile, sarà disponibile in tutti i negozi Adidas Consortium!

Avete bisogno di una scarpa che lascerà il segno nella vostra scarpiera?
Segnatevi queste date sul calendario e fate questo consigliatissimo acquisto!

Be Cool, Be Coolsquare

Instagram: Coolsq

20140409-221710.jpg

Total look Coolsquare 2nd edition

20140326-214723.jpg

Eccoci a presentarvi, per la seconda volta, un total look Coolsquare.
Questo è quello che indosserei oggi, comodo ma estremamente ricercato e di effetto.
I colori sono stupendi, con abbinamenti azzeccati ma tranquilli, senza accenti sgargianti.
Partiamo dal top, con una bellissima t-shirt “standard bubble india ink” del brand svedese Acne, in cotone di colore cupo con una stampa sul lato anteriore, bianca e rosa che recita “have you met me?”.
Un tocco simpatico, senza eccedere nella banalità di stampe riviste mille e mille volte su magliette di ogni tipo e dozzinali.
Vestibilità slim, cotone leggero, collo arrotondato e molto sciallato. Un pezzo da avere nel guardaroba, versatilissimo.
Scendendo al bottom l’ ideale è un pantalone che riprende le stesse tinte della t-shirt, un cargo rivisitato in chiave leggermente sofisticata, con vestibilità slim, tasche e vari inserti nella parte vicino alla vita.
Ha coulisse in vita per una regolazione perfetta della vestibilità, realizzata in colore chiaro, per contrastare con il resto del pantalone ed evidenziare il dettaglio.
Questo capo davvero cool è frutto dello stilista statunitense Rick Owens, seguace della scuola stilistica giapponese, grande creativo in grado di ideare abbigliamento con design ultra innovativo.
Veramente un pezzo inossidabile da sfoderare in ogni occasione per creare un look indimenticabile e non passare inosservati.
Scendendo a terra troviamo un paio di sneakers in pelle bianca e suola in gomma, preziosissime visto che hanno componenti in oro 18 kt.
Hanno una forma high top, abbastanza semplice, ma con dettagli in aggiunta che la differenziano da ogni altra scarpa sul mercato. Essa si chiama “100mm”, è prodotta in Italia dal brand Buscemi, e rappresenta un pezzo cult per i fashion addicted.
Una sneakers incredibile, che coniuga pelle di incredibile qualità con il metallo preziosissimo che tutti conosciamo e amiamo.
Un gioiello da calzare per dare al look un tocco di lusso. Un modello da tenere nella cassaforte quando non è utilizzato.
Per finire passiamo alla parte alta, agli occhiali da sole, utilissimi, anzi, fondamentali in questo periodo.
La scelta è ricaduta su un bellissimo modello color oliva opaco, con lenti scure libere da montatura nella parte inferiore, del brand americano Illesteva.
L’ accessorio in questione si chiama Leonard, è realizzato in acetato, e ha la forma che ha reso famoso e riconoscibile il marchio che produce sul nostro territorio.
Questo colore è qualcosa di incredibile, bellissimo e classico, si può abbinare ad ogni capo di abbigliamento e stile, un occhiale che una volta comprato vi resterà fedele per anni e anni, grazie alla sua forma evergreen e alla sua qualità che non ha eguali.
Che ne pensate? Vi piacerebbe indossare questo total look Coolsquare?
I brand sono di primissimo livello e di fama mondiale, di nicchia, poco diffusi e difficili da trovare, proprio ciò rende il tutto così Coolsquare!!!

Mi raccomando passate sempre a trovarci qui sul nostro sito! Ne vedrete delle belle!

Be Cool, Be Coolsquare!!!

Packet Clutch crisp

ImmagineImmagineImmagineImmagine

 

Apriamo la nuova stagione con la stravagante creazione, considerata il nuovo immancabile accessorio d’arte lussuosa, di Anya Hindmarch. La Designer, come afferma in una intervista, è stata ispirata dal suo amore per i prodotti di uso quotidiano.. questo accessorio ne è sicuramente la conferma. La sua forma, totalmente asimmetrica, richiama un pacchetto di patatine ed i colori blu, arancio, oro e argento, rigorosamente metallizzati, ricordano la carta di alcune caramelle. Al suo interno troviamo una fodera in pelle scamosciata e la tracolla è in catena e staccabile. Il processo di lavorazione di questa meraviglia, per arrivare ad ottenere una perfetta lucentezza metallica, dura circa dieci giorni in cui vengono applicati diversi strati di vernici e inchiostri. Sapete dove è stato possibile realizzare tutto questo? In una fabbrica fiorentina di gioielli!

Fantastico!