The Cloud lamp, Clarkson Studio

Prima di un pasto, l’ immagine di qualcosa di commestibile non fa che stuzzicare l’ appetito e far venire fame.

Voglio utilizzare questa tecnica per farvi venire fame di design, visto che domani inizia la tanto attesa “design week” a Milano.

The Cloud Lamp è il bocconcino che vi farà venire una voglia incredibile di design.

Non una semplice lampada, ma un vero e proprio ibrido, funzionale-emozionale, dove tecnologia e design si abbracciano e creano un vero e proprio oggetto del desiderio.

IMG_1451.JPG
Siamo davanti a qualcosa di unico, credo mai sperimentato, una lampada a sospensione, a forma di nuvola, in feltro, che racchiude al suo interno un incredibile concentrato di tecnologia.

Dentro la nuvola, ben protetti e nascosti, sono alloggiati sensori, luci e un potente speaker, che insieme ricreano una situazione di tempesta, colori, rumori

Le luci si accendono per rappresentare fulmini dentro le nuvole, i suoni riportano il rumore dei tuoni, piogge e venti di tempesta.

Il controllo è in remoto, da telecomando, personalizzabile e configurabile.

The Cloud si può addirittura utilizzare come speaker bluetooth, inviando in riproduzione brani da qualsiasi dispositivo, tablet, smartphone o iPod… Gli effetti della tempesta saranno così in sincronia con il brano che verrà riprodotto.

IMG_1452.JPG

La componente scenica è spettacolare, l’ emozione è a portata di telecomando.

Come da titolo, l’ idea nasce da Clarkson Studio, con base a NYC e in Nuova Zelanda, e la realizzazione e messa a punto è stata seguita da Oscar de la Hera, creativo specializzato in magie tecnologiche. La nuvoletta è disponibile in diversi formati, per poter accontentare ogni tipo di stanza.

IMG_1453.JPG

Conoscendo Clarkson Studio vi invito a dare uno sguardo agli altri prodotti disponibili, uno più bello dell’ altro. http://www.richardclarkson.com

Da appassionato di design non potrò che raccontarvi come andrà la design week che abbiamo alle porte, ma esserci e vedere di persona installazioni, prodotti dal vivo e performance è una cosa che vi invito a fare, con tutto il cuore, soprattutto ora che vi ho fatto venire fame con questa fantastica The Cloud Lamp!!!

Magnus
Be cool, Be Coolsquare

Instagram: Coolsq
Facebook: Coolsquare

Annunci

Omaggio a Zaha Hadid. Georg Jensen e un archi-gioiello

Eccomi di nuovo per dare il mio contributo in rosa alla fucina di cool news di Coolsquare.
Questa volta voglio rendere omaggio ad una grande designer che se ne è andata proprio poco tempo fa, Zaha Hadid, e nel mentre presentarmi attraverso un pezzo del mondo in cui nasco, quello dei gioielli.

IMG_1450.JPGLa ciliegina sulla torta è il respiro nordeuropeo del brand Georg Jensen, l’essenziale che racchiude tutto per un prodotto di lusso e design.

Ma veniamo a noi, anzi a lei.
L’architetto iracheno, naturalizzato britannico, Zaha Hadid, tra tutti i suoi meravigliosi progetti, può vantarsi di aver disegnato per la casa danese Georg Jensen una collezione di otto pezzi in argento, che portano con loro un forte riferimento al suo background nonché alle più famose strutture da lei progettate.

IMG_1445.JPG

L’architettura. Presentata alla recente fiera mondiale Baselworld 2016, tenutasi a marzo, ci ha lasciato tutti ammaliati.

Realizzata per far riferimento alle forme delle più famose strutture progettate da Hadid, la collezione si compone di otto pezzi.

“C’è una forte integrità nella logica delle strutture che troviamo in natura e spesso guardiamo alla coerenza dei sistemi naturali quando lavoriamo per creare e costruire il nostro ambiente”..

IMG_1448.JPG

“La nostra sfida è di tradurre tutto questo in qualcosa che può essere indossato; di reinterpretare la ricca storia e tradizione dell’approccio del design di Georg Jensen e trasporla in qualcosa di nuovo”, ha dichiarato.

IMG_1447.JPG

Secondo noi ci è riuscita.

Ogni pezzo è realizzato in puro argento con dettagli in rodio nero e diamante nero. Il Lamellae Twisted Cuff è il pezzo di punta della collezione ed ha il valore di £1.975.

IMG_1449-0.JPG
Nasce da una ampia linea a S dalle linee leggere e dinamiche che lo rende come se fosse stato ritorto nel mezzo.
Un doppio anello rimanda alle torri Wangjing Soho a Beijing, dalla caratteristica forma di ciottolo, progettate da Zaha e terminate nel 2015.

Ma il tocco di classe è dato dall’ installazione realizzata appositamente per presentare la collezione di Georg Jensen a Basilea, che va a ricreare un mondo coerente con il design dei gioielli, oltre ad un ambiente di relax. Nata come naturale proseguimento ed estensione dei gioielli è stata utilizzata come area lounge per i visitatori.

IMG_1446.JPG

Date ora un’occhiata a ciò che è stato realizzato. Leggerezza, plasticità, semplicità.

Nothing to add
Be cool, be Coolsquare

Cheri

Instagram: Coolsq
Facebook: Coolsquare

HAPTER, occhiali di derivazione militare

Eccomi dopo un piccolo periodo di ferie, avevo tantissimo bisogno di pigiare il tasto PAUSA !
Riparto schiacciando PLAY e parlandovi di un prodotto che mi ha sorpreso, che scoperto a Roma in un ottico del centro storico.

Il progetto porta il nome di Hapter, è tutto italiano, ed è interessantissimo.
Il soggetto, o meglio, i soggetti, sono i tanto amati occhiali, da sole e da vista, qui reinterpretati in chiave high-tech.

Il tutto parte dal ritrovamento, nel 2009, di un paio di occhiali da ghiaccio tedeschi sulle Dolomiti…
Da qui il resto lo hanno fatto quelli del team di Hapter, rielaborando il concetto di occhiale, e traendo ispirazione da ciò che hanno trovato.

Dopo anni di ricerca al fine di poter realizzare qualcosa di davvero innovativo, è nata la linea txtI001, caratterizzata dall’ abbinamento di una struttura multistrato in metallo medicale, con un rivestimento di tessuto pregiato, fornito dalla prestigiosa azienda tessile Lanificio F.lli Cerruti dal 1881.

Date uno sguardo alla loro bellezza e finezza!20140819-192615.jpg
Notate l’ abbinamento tra anima metallica e superfice in tessuto. Un effetto di grande ricercatezza.
La forma di questo modello, e di tutti gli altri della stessa collezione, è stata ideata per essere discreta ma allo stesso tempo originale.

20140819-192921.jpgCome potete vedere nell’ immagine qui sopra, i vari tessuti disponibili danno una grande libertà di abbinamento, i colori sono ispirati all’ abbigliamento militare e la composizione del tessuto, della stessa derivazione, contribuisce a darne una resistenza incredibile. E se poi aggiungessi che il peso di questi capolavori è di solo 12 grammi ? Forse penserete che ci troviamo davanti agli occhiali più leggeri del mondo… Beh avete ragione!

20140819-193531.jpgI dettagli delle astine ne conferiscono una silhouette leggera e preziosa.
Per completare lo spettacolo, Hapter fornisce insieme agli occhiali, una custodia derivata da quella utilizzata dai militari per proteggere i loro effetti personali.
Veramente bella e resistente.

20140819-193917.jpg
Il progetto Hapter è vincitore di diversi premi prestigiosi, a livello internazionale, come il German Design Award 2014, e nominato in altri concorsi di primo livello.
Ho visto il prodotto dal vivo, e vi assicuro che è sorprendente.
Se volete avere altre informazioni potete fare un giro sul sito ufficiale http://www.hapter.it

Mi raccomando, ricordate sempre, Be Cool, Be Coolsquare
Siamo su Instagram come Coolsq e su Facebook con la pagina Coolsquare

Keep in touch!
@.S.

Stampante 3d MakiBox

Decenni fa, l’ anno 2000 veniva immaginato come anno di svolta, inizio di un’ epoca in cui le auto sarebbero dovute essere volanti.
La fantascienza era “programmata” a partire da quell’ anno.
Sappiamo bene come sono andate le cose, l’ evoluzione scientifica non ha fatto enormi passi da gigante, non quanto ci aspettavamo.

Per fortuna, questa affermazione è stata smentita da qualche sensazionale scoperta, ad esempio le stampanti 3d.
Giusto qualche info sul concetto…
Utilizzo software 3d da circa 10 anni, e posso assicurarvi che l’ aver introdotto la terza dimensione, a livello di software di disegno, è stato un modo strabiliante per catapultarsi in una nuova era di forme, idee, pazzie, che con questa opportunità hanno trovato il loro sbocco.

Fino a qualche anno fa, dopo la fase di progettazione in 3d, il progetto veniva poi riportato alle classiche viste ed assonometrie, bidimensionali.

Poi, piano piano, come se si fosse strofinata la lampada di Aladino, ecco le prime, costosissime, stampanti 3d.
In poche parole, disegni un oggetto in 3d, e poi lo stampi, invece che su un foglio, su un piano di lavoro, creandolo tridimensionale, reale.

La stampante che vi presento, arriva da una start-up di Hong Kong, si chiama MakiBox, ed è low cost (220 euro).
La sua particolarità, è proprio il prezzo, la versatilità e le dimensioni, che la rendono portatile.
Con grande facilità potrete disegnare oggetti, con un software da comprare a parte, e vederli realizzati in pochi minuti.
Il modello si chiama A6 HT, e può stampare prodotti che misurano al massimo 150x110x90 mm.

Vi invito a cercare relativi video per capire al meglio questa magia.
Concretamente, potete disegnarvi una cover per il cellulare, lanciare la stampa, e dopo pochi minuti averla a portata di mano.
Immagino un futuro dove si scaricheranno da internet progetti 3d, e si stamperanno direttamente a casa.
Eliminando la spedizione e i costi di magazzinaggio e produzione da parte del costruttore.
Cosa veramente epocale.

L’ idea del teletrasporto è sempre più accessibile…

Ecco qualche immagine della stampante in questione, la A6 HT !!!

20140709-205007.jpg

20140709-205019.jpg
Il dettaglio del caricamento del materiale con cui realizzerete i vostri oggetti.
Materiale disponibile in rotoli di diverso colore, composizione, a seconda del vostro bisogno.

20140709-205119.jpg
La precisione nella stampa dei dettagli è elevata, così come la finitura.

20140709-205202.jpg

Molto bene, sapete cosa farvi regalare per il compleanno!

Be Cool, Be Coolsquare!!!

Instagram: Coolsq