Sedersi su una Mano, by Antonio Pascale

Sempre Fuorisalone, sempre Lambrate, un’ altra bella cosetta.
Ecco un flash-post per presentarvi quest’ oggetto cosí cool…

L’ ispirazione all’ iconica sedia Panton chair di Verner Panton è evidente, ma qualcosa è stato cambiato.

Il materiale, è cartone a strati, tanto per essere sempre ecosostenibili, e la silhouette della celeberrima sedia è stata re-interpretata come se fosse una mano, arto che da il nome a questo oggetto di design.

IMG_1468.JPG

IMG_1467.JPG
La forma nasce dalla mente dell’ archi-designer Antonio Pascale, che con queste linee naturali ha pensato di dare un’ ulteriore senso di protezione a chi ci si siede sopra.

Non c’ è da preoccuparsi per il materiale con cui è stata costruita Mano, parliamo di un cartone ultra resistente e pensato per resistere nel tempo.

La sedia è distribuita da Carton Factory, e a mio avviso è un bel pezzo che potrà dare un pizzico di verve ai vostri ambienti…

Chissà quant’ è comoda!!!

Magnus

#becool#beCoolsquare

Instagram: Coolsq
Facebook: Coolsquare

MAGE chair, Tomo Kurokawa

Rieccomi dopo una caccia spietata alle nuove tendenze, al Fuorisalone.
Come ogni anno ho acceso il radar, drizzato le antenne, e con molta attenzione ho cercato quali potessero essere i prodotti più interessanti in mezzo ad una marea di proposte, sia di arredamento che pezzi di design, nudo e crudo.
Nel Lambrate district, in un capannone colmo di realizzazioni degne di nota, mi sono imbattuto in un simpatico giapponese, Tomo Kurokawa, con le sue sedie pieghevoli Mage.

IMG_1458-0.PNG (Chiedo scusa per la definizione delle immagini ma sono le uniche disponibili).

La presentazione del suo semplice ma geniale oggetto è stata immediata, con pochi movimenti un apparente tappetino è diventato una sedia.
Semplicità, stile, funzionalità, che volere di più da un oggetto di design?

Mage, da chiusa, ha la forma di una lastra flessibile di compensato, con le linee per essere piegata già marcate, per non potersi sbagliare, il cosiddetto metodo “Poka Yoke“.

IMG_1459-0.JPG
Una volta piegata, la sedia ha una fettuccina che la aiuta a tenere la forma, in modo da potercisi sedere sopra in sicurezza.

Il ridottissimo ingombro da chiusa, fa di Mage una sedia che può essere alloggiata praticamente ovunque.

I colori sono bianco-rosso, come la bandiera giapponese, e azzurro-giallo, come quella svedese, chissà se è una cosa voluta, o sono io che vedo questi due formidabili popoli in ogni cosa!

Si possono scegliere 3 taglie della Mage, così anche i vostri bimbi potranno mettersela nello zainetto e utilizzarla nelle scampagnate con gli amici!

IMG_1460.JPG

Tomo, dopo la presentazione di questa sua figata, mi ha dato un suo bigliettino da visita, con la forma della sua sedia, pieghe incluse! Pazzesco quanto geniale.

Ogni volta, i giapponesi riescono sempre a stupirmi.
È bello conoscere gente così, che sprizzano energia da tutti i pori, e ti presentano le loro idee con ironia e entusiasmo!

Come sempre, viva il design!

Magnus

#becool#beCoolsquare
Facebook: Coolsquare
Instagram: Coolsq

The Cloud lamp, Clarkson Studio

Prima di un pasto, l’ immagine di qualcosa di commestibile non fa che stuzzicare l’ appetito e far venire fame.

Voglio utilizzare questa tecnica per farvi venire fame di design, visto che domani inizia la tanto attesa “design week” a Milano.

The Cloud Lamp è il bocconcino che vi farà venire una voglia incredibile di design.

Non una semplice lampada, ma un vero e proprio ibrido, funzionale-emozionale, dove tecnologia e design si abbracciano e creano un vero e proprio oggetto del desiderio.

IMG_1451.JPG
Siamo davanti a qualcosa di unico, credo mai sperimentato, una lampada a sospensione, a forma di nuvola, in feltro, che racchiude al suo interno un incredibile concentrato di tecnologia.

Dentro la nuvola, ben protetti e nascosti, sono alloggiati sensori, luci e un potente speaker, che insieme ricreano una situazione di tempesta, colori, rumori

Le luci si accendono per rappresentare fulmini dentro le nuvole, i suoni riportano il rumore dei tuoni, piogge e venti di tempesta.

Il controllo è in remoto, da telecomando, personalizzabile e configurabile.

The Cloud si può addirittura utilizzare come speaker bluetooth, inviando in riproduzione brani da qualsiasi dispositivo, tablet, smartphone o iPod… Gli effetti della tempesta saranno così in sincronia con il brano che verrà riprodotto.

IMG_1452.JPG

La componente scenica è spettacolare, l’ emozione è a portata di telecomando.

Come da titolo, l’ idea nasce da Clarkson Studio, con base a NYC e in Nuova Zelanda, e la realizzazione e messa a punto è stata seguita da Oscar de la Hera, creativo specializzato in magie tecnologiche. La nuvoletta è disponibile in diversi formati, per poter accontentare ogni tipo di stanza.

IMG_1453.JPG

Conoscendo Clarkson Studio vi invito a dare uno sguardo agli altri prodotti disponibili, uno più bello dell’ altro. http://www.richardclarkson.com

Da appassionato di design non potrò che raccontarvi come andrà la design week che abbiamo alle porte, ma esserci e vedere di persona installazioni, prodotti dal vivo e performance è una cosa che vi invito a fare, con tutto il cuore, soprattutto ora che vi ho fatto venire fame con questa fantastica The Cloud Lamp!!!

Magnus
Be cool, Be Coolsquare

Instagram: Coolsq
Facebook: Coolsquare

Omaggio a Zaha Hadid. Georg Jensen e un archi-gioiello

Eccomi di nuovo per dare il mio contributo in rosa alla fucina di cool news di Coolsquare.
Questa volta voglio rendere omaggio ad una grande designer che se ne è andata proprio poco tempo fa, Zaha Hadid, e nel mentre presentarmi attraverso un pezzo del mondo in cui nasco, quello dei gioielli.

IMG_1450.JPGLa ciliegina sulla torta è il respiro nordeuropeo del brand Georg Jensen, l’essenziale che racchiude tutto per un prodotto di lusso e design.

Ma veniamo a noi, anzi a lei.
L’architetto iracheno, naturalizzato britannico, Zaha Hadid, tra tutti i suoi meravigliosi progetti, può vantarsi di aver disegnato per la casa danese Georg Jensen una collezione di otto pezzi in argento, che portano con loro un forte riferimento al suo background nonché alle più famose strutture da lei progettate.

IMG_1445.JPG

L’architettura. Presentata alla recente fiera mondiale Baselworld 2016, tenutasi a marzo, ci ha lasciato tutti ammaliati.

Realizzata per far riferimento alle forme delle più famose strutture progettate da Hadid, la collezione si compone di otto pezzi.

“C’è una forte integrità nella logica delle strutture che troviamo in natura e spesso guardiamo alla coerenza dei sistemi naturali quando lavoriamo per creare e costruire il nostro ambiente”..

IMG_1448.JPG

“La nostra sfida è di tradurre tutto questo in qualcosa che può essere indossato; di reinterpretare la ricca storia e tradizione dell’approccio del design di Georg Jensen e trasporla in qualcosa di nuovo”, ha dichiarato.

IMG_1447.JPG

Secondo noi ci è riuscita.

Ogni pezzo è realizzato in puro argento con dettagli in rodio nero e diamante nero. Il Lamellae Twisted Cuff è il pezzo di punta della collezione ed ha il valore di £1.975.

IMG_1449-0.JPG
Nasce da una ampia linea a S dalle linee leggere e dinamiche che lo rende come se fosse stato ritorto nel mezzo.
Un doppio anello rimanda alle torri Wangjing Soho a Beijing, dalla caratteristica forma di ciottolo, progettate da Zaha e terminate nel 2015.

Ma il tocco di classe è dato dall’ installazione realizzata appositamente per presentare la collezione di Georg Jensen a Basilea, che va a ricreare un mondo coerente con il design dei gioielli, oltre ad un ambiente di relax. Nata come naturale proseguimento ed estensione dei gioielli è stata utilizzata come area lounge per i visitatori.

IMG_1446.JPG

Date ora un’occhiata a ciò che è stato realizzato. Leggerezza, plasticità, semplicità.

Nothing to add
Be cool, be Coolsquare

Cheri

Instagram: Coolsq
Facebook: Coolsquare

Intro by Fabio Novembre

Metti Fabio Novembre, designer italiano pieno di genialità, famosissimo in tutto il mondo, autore di incredibili realizzazioni sparse qua e là, e Natuzzi, azienda italiana che rappresenta l’ eccellenza nella produzione di divani, poltrone e complementi d’ arredo.

Cosa può uscirne?
Una figata, ve lo dico subito.

Si chiama Intro.

IMG_1444.JPG
Parliamo di un’ alcova, una stanza da letto, pensata come fosse una sorta di utero che accoglie dando riparo e calore.

La forma esterna è ovoidale, costruita in metallo specchiato, con un’ ingresso che catapulta l’ osservatore e fruitore in una dimensione diversa dal mondo esterno, come se si entrasse in un grembo materno; mi sento di paragonare quest’ apertura ai tagli sulle tele dell’ artista Lucio Fontana, che vogliono portare l’ osservatore che sta di fronte all’ opera in un ulteriore spazio, in profondità…

All’ esterno, lateralmente all’ ingresso, spiccano nel loro color oro lucido, due guardiane, due donne antropomorfe, circondate da dischi dorati, come a dare il benvenuto in un mondo che appartiene a loro, l’ utero materno, luogo dove nasce la vita.

È proprio varcando questa porta dimensionale che si scopre la stanza, circondata da calda ed accogliente pelle rossa, realizzata da Natuzzi, tutta a mano dai migliori artigiani del marchio.

IMG_1443.JPG
Una volta che ci si sposta internamente, ecco un’ altra meraviglia, l’ apertura, vista da qui, ha la forma di una bocca spalancata, con sopra due occhi socchiusi.
Uscendo, la sensazione sarà quella di essere inghiottiti da questa bocca ma nello stesso tempo di uscire da un luogo materno, il grembo che da la vita e ci regala al mondo.

Una volta fuori si aprono varie interpretazioni filosofiche sul significato dell’ opera, un ambiente di design che farà vivere un’ interessante esperienza e restituirà piacevoli sensazioni ed emozioni; mi piace pensare che se il design di un qualcosa può provocare questo, ha fatto centro.

Fabio Novembre e Natuzzi hanno fatto centro, ne sono sicuro.

L’ opera è visibile presso la Triennale, a Milano, in occasione della mostra stanze, dal 2 aprile al 12 settembre 2016.

Viva l’ Italia, viva il design, viva l’ artigianato!

Be cool, be Coolsquare

Magnus

Instagram: Coolsq
Facebook: Coolsquare